giovedì 6 marzo 2014

GIORNATA EUROPEA DELLA LOGOPEDIA

In occasione della 
Giornata Europea della Logopedia
diamo spazio all'argomento cardine di quest’anno il Plurilinguismo.



Per plurilinguismo s’intende la conoscenza di due o più lingue da parte di una persona.
L’acquisizione di diversi registri linguistici è un processo che ha luogo quando il bambino ha modo di ascoltare le diverse lingue ed ha motivazione ad usarle.
Le condizioni necessarie includono l' età di esposizione alla lingua durante l’infanzia e la varietà, la qualità e la quantità dell’input linguistico.

Tutto questo però cosa comporta a livello di sviluppo linguistico?
Possiamo distinguere tre stadi di sviluppo:
- primo stadio in cui il bambino racchiude in un unico vocabolario il lessico di entrambe le lingue;
- secondo stadio in cui il bambino sviluppa due vocabolari distinti, ma il sistema delle regole grammaticali rimane lo stesso per entrambe le lingue;
- terzo stadio in cui il bambino distingue i due codici linguistici, ognuno con il suo vocabolario e sistema grammaticale.

Può succedere che nel bambino si verifichi il fenomeno del code mixing: quando all’interno di una stessa frase, vengono utilizzate parole di lingue diverse. Questo non va inteso come indice di sviluppo errato ma come risorsa comunicativa del bambino, che in questo modo cerca di colmare le lacune sintattiche o lessicali di quella lingua.

Quali sono i segnali d'allarme per una difficoltà di linguaggio?
È importante verificare che il bambino riesca a pronunciare correttamente i suoni delle parole, che la sua comprensione rimanga inalterata, sia nell’una che nell’altra lingua e che il suo vocabolario continui a crescere.
Se anche uno di questi elementi viene a mancare, si consiglia l’invio ad uno Specialista.

Ricordate sempre che i bambini bilingui sono favoriti nell’apprendimento di successive lingue, in quanto il loro sistema linguistico riesce con meno fatica ad adattarsi a nuovi suoni, rimanendo quindi plastico.


Le Logopediste del Centro Dedalo